Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for marzo 2011

Eccovi un’altra splendida ballata!

Il titolo di questa splendida canzone è “Ghost of a Rose”, dei Blackmore’s Night, una band Folk-Rock fondatrice del Renaissence Rock.

Info sulla band (tratte da http://it.wikipedia.org/wiki/Blackmore’s_Night) :

I Blackmore’s Night sono la band fondatrice del renaissance rock, genere ispirato appunto alla musica del periodo rinascimentale, fondata da Ritchie Blackmore (chitarra elettrica, acustica, mandolino, liuto e hurdy gurdy) e Candice Night (testi, voce e flauto). Blackmore stesso ha definito il suo genere di musica “rock rinascimentale”.

Le origini della band risalgono al 1990 quando Candice Night lavorava in una stazione radio locale di New York e incontrò Ritchie Blackmore prima per lavoro, poi in uno stadio di calcio dove lui suonava con i Deep Purple. Tra i due nacque una relazione e scoprirono di essere entrambi interessati al Rinascimento.

Dopo aver lasciato i Deep Purple nel 1993 e aver registrato un album con i Rainbow chiamato Stranger in Us All nel 1995, per il quale Candice scrisse alcuni testi e cantò come corista, Ritchie si interessò all’idea di portare la musica Rinascimentale al pubblico contemporaneo. Candice fu la naturale scelta come cantante del gruppo, grazie alla sua personalità frizzante e al suo talento.

Nel 1997 la coppia fu pronta a fondare la band, il cui nome è la fusione dei loro cognomi. I componenti iniziali furono Blackmore, Night e alcuni turnisti; dopo qualche anno i membri si stabilizzarono nella formazione attuale.

L’album di debutto, Shadow of the Moon è stato un successo immediato soprattutto in Europa. Negli album successivi, soprattutto Fires at Midnight, c’è stata un progressiva introduzione della chitarra elettrica, nonostante i toni si siano mantenuti sul genere folk. Nel tempo Candice partecipò sempre più spesso alla strumentazione, pur continuando a cantare, ed è ora esperta di molti strumenti rinascimentali. Gli arrangiamenti dei brani contenuti in tutti gli album sono raffinatissimi, così come le produzioni, e Blackmore conferma anche nel ruolo di chitarrista acustico, la sua spiccata ed imprevedibile originalità supportata dalla grande capacità tecnica e dal tocco ineccepibile, difficilmente imitabile.

Il gruppo si esibisce in fiere e festival Rinascimentali, ma anche in tour individuali in teatri e castelli in Europa e Nord America. Le performance sono caratterizzate da una suggestiva ambientazione storica e dal forte coinvolgimento del pubblico: le prime file sono sempre riservate ai fan in costume.

La band ha avuto una notevole influenza, tanto da avere cinque tribute band: i Renaissance Night, i Wandering Minstrels, i Morning Star, i Medieval Gypsies e i Midnight.

Vi posto il video, il testo e la traduzione. E’ una canzone davvero bellissima. Se l’ascoltate chiudendo gli occhi, sono sicura che v’immaginerete grandi sale dei banchetti, giovani donne vestite con abiti candidi e lunghi, cavalieri e principesse.. ;)

Enjoy it!

 

Ghost of a Rose

The valley green was so serene
In the middle ran a stream so blue…
A maiden fair, in despair, once had met her true love there and she told him…
She would say…
“Promise me , when you see, a white rose you’ll think of me
I love you so,
Never let go,
I will be your ghost of a rose…”

Her eyes believed in mysteries
She would lay amongst the leaves of amber
Her spirit wild, heart of a child, yet gentle still and quiet and mild and he loved her…
When she would say…
“Promise me , when you see, a white rose you’ll think of me
I love you so,
Never let go,
I will be your ghost of a rose…”

When all was done, she turned to run
Dancing to the setting sun as he watched her
And ever more he thought he saw
A glimpse of her upon the moors forever
He’d hear her say…
“Promise me , when you see, a white rose you’ll think of me
I love you so,
Never let go,
I will be your ghost of a rose…”

 

Fantasma di una Rosa

La valle verde era così serena
Nel mezzo correva un corso d’acqua così blu…
Una fanciulla bionda, disperata, un tempo aveva trovato il suo vero amore lì
e gli aveva detto…Direbbe…
“Promettimi che quando vedrai una rosa bianca penserai a me
Ti amo così tanto, Non ti lascerò mai andar via, Sarò il tuo fantasma di una rosa”

I suoi occhi credevano nei misteri
Giacerebbe tra le foglie d’ambra
Il suo spirito selvaggio, cuore di bambina, ancora gentile, tranquillo e mite e lui l’avrebbe amata…Quando gli avesse detto..
“Promettimi che quando vedrai una rosa bianca penserai a me
Ti amo così tanto, Non ti lascerò mai andar via, Sarò il tuo fantasma di una rosa”
…il fantasma di una rosa

Quando tutto fu compiuto, lei iniziò a correre
Danzando al sorgere del sole mentre lui la osservava
E lui persino pensò di vedere
uno scorcio di lei sopra la brughiera per sempre..

L’ avrebbe sentita dire…
“Promettimi che quando vedrai una rosa bianca penserai a me
Ti amo così tanto, Non ti lascerò mai andar via, Sarò il tuo fantasma di una rosa”
“Promettimi che quando vedrai una rosa bianca penserai a me
Ti amo così tanto, Non ti lascerò mai andar via, Sarò il tuo fantasma di una rosa”

Annunci

Read Full Post »

Buongiorno anime diurne!

Oddio, come mi sembra strano scrivere a quest’ora del giorno, con tutta questa luce! Non sono abituata! O.O Ahahahah

Bene, oggi cominciamo con un pò di musica!

La prima canzone che vi posto è una splendida ballata dei Within Temptatio, un gruppo che personalmente adoro **

Qualche info sulla band (tratte da http://it.wikipedia.org/wiki/Within_Temptation) :

I Within Temptation sono un gruppo musicale symphonic gothic metal olandese, fondato nell’aprile 1996 dal chitarrista Robert Westerholt e dalla cantante Sharon den Adel nella cittadina di Waddinxveen, nell’Olanda meridionale.

Sono annoverati tra le più famose band nella scena gothic di fine anni novanta e sono noti soprattutto per voce della cantante soprano Sharon den Adel, tra le più apprezzate in ambito metal. Fino ad oggi la band ha pubblicato cinque album in studio, due EP, tre DVD dal vivo con relativi CD audio, e un ulteriore album live acustico. Inoltre, dall’uscita dell’album Mother Earth, è tradizione della band pubblicare un DVD dopo ogni nuovo album. Dai loro esordi il gruppo ha venduto oltre 10 milioni di copie, tra CD e DVD, in tutto il mondo, facendone la band olandese con i più alti risultati di vendita all’estero e una delle realtà rock cresciute più in fretta a livello internazionale.

STILI ED INFLUENZE:

La musica dei Within Temptation è descritta come symphonic metal e gothic metal, sebbene in un’intervista Den Adel abbia detto che si sentono « symphonic rock con varie influenze »; in una seconda intervista a 3VOOR12, ha invece affermato: « Ci consideriamo più una band symphonic rock … secondo me non siamo un gruppo gothic ».
Il primo album Enter è molto più vicino al gothic/doom metal di qualsiasi altro album: canto femminile intervallato da growl, lenti ritmi di chitarra e drammatici suoni di tastiera, sono i principali testimoni di questo fattore; dal secondo Mother Earth invece, vengono apportate alcune modifiche allo stile: viene completamente rimosso il growl lasciando spazio alla sola voce di Sharon, le atmosfere risultano in parte alleggerite, meno tese e in generale più elastiche. Inoltre le nuove composizioni sono arricchite da elementi sinfonici come le tastiere o i fiati, infatti Mother Earth è un album dall’ispirazione chiaramente celtica; In The Silent Force compaiono imponenti orchestrazioni e cori. The Heart of Everything ha un suono più potente e semplice, con una diminuzione dell’uso delle orchestrazioni a favore di un rivestimento delle chitarre più ruvido ed evidente rispetto a The Silent Force.
Secondo dei canoni generali le influenze provengono principalmente dalle colonne sonore dei film e, ad inizio carriera, dai Paradise Lost. Per i testi si ispirano a storie fantasy, a libri di Terry Goodkind, Weis & Hickman, George R. Martin nonché a esperienze personali.

Bene, dopo qualche info sulla band e sul loro stile musicale.. andiamo alla canzone che vi propongo oggi!

Il titolo è “All I need” e, per tutte le fan di TVD, è la canzone che si può ascoltare nell’episodio 1×19 (Miss Mystic Falls) nella scena del ballo tra Elena E Damomn. (Lo so che molti di voi hanno scoperto questa canzone grazie a quella puntata.. su su.. hihihi).

Ritornando alla canzone, All I Need è la traccia n. 9 del quarto album intitolato “The Heart of Everything”.

Qui di sotto vi riporto il video ufficiale e il testo della canzone con la traduzione in italiano.

Enjoy it ^^

All I need

“I’m dying to catch my breath
oh why don’t I ever learn
I’ve lost all my trust that I’m sure we try to
Turn it around

Can you still see the heart of me
all my agony fades away
when you hold me in your embrace

Don’t turn me down
for all I need
make my heart a better place
give me something I can believe
Don’t turn me down
you’re far from the door now
don’t let it close

He only had to go
I wish I could let it go
I know that I’m only one step away
From turning around

Can you still see the heart of me
all my agony fades away
when you hold me in your embrace

Don’t turn me down
for all I need
make my heart a better place
give me something I can believe
Don’t turn it down
what’s left of me
make my heart a better place

I’ve tried many times but nothing was real
make it fade away
don’t break me down
I want to believe that this is for real
save me from my fear
don’t turn me down

don’t turn me down
for all I need
make my heart a better place

don’t tear me down
for all I need
make my heart a better place
give me something I can believe
don’t tear it down
what’s left of me
make my heart a better place”

 

Tutto ciò di cui ho bisogno

“Fatico a calmare il respiro.
Oh, perché non imparo mai?
Ho perso tutta la mia fiducia,
per quanto son certa che abbiamo provato a cambiare le cose.

Puoi ancora vedere il mio cuore?
Tutta la mia agonia svanisce
Quando mi stringi nel tuo abbraccio

Non sconvolgere tutto ciò di cui ho bisogno
Rendi il mio cuore un luogo migliore
Dammi qualcosa in cui poter credere
Non deludermi
Sei lontano dalla porta (del mio cuore)
Non lasciare che si chiuda.

Sono di nuovo qui sul confine
Vorrei poter mollare
So di essere solo a un passo
Dal cambiare le cose.

Puoi ancora vedere il mio cuore?
Tutta la mia agonia svanisce
Quando mi stringi nel tuo abbraccio.

Non sconvolgere tutto ciò di cui ho bisogno
Rendi il mio cuore un luogo migliore
Dammi qualcosa in cui poter credere
Non prenderti gioco di quel che resta di me
Rendi il mio cuore un posto migliore.

Ho provato molte volte ma niente era reale
Fa che non sia così, non deludermi.
Voglio credere che questo sia reale
Salvami dalla mia paura
Non deludermi

Non sconvolgere tutto ciò di cui ho bisogno
Rendi il mio cuore un luogo migliore

Non distruggere tutto ciò di cui ho bisogno
Rendi il mio cuore un luogo migliore
Dammi qualcosa in cui poter credere
Non lacerare ciò che è rimasto di me
Rendi il mio cuore un luogo migliore “

Read Full Post »

Chiudiamo la serata con una poesia.

“Ombra di Tenebra” è una poesia che fa parte della mia ultima raccolta, intitolata “Eclipse”. Il tema principale di questa raccolta è l’oscurità, come il titolo della poesia d’apertura lascia presagire. Questa volta, però, sarà differente. Non più un’oscurità mitigata dalla luce della Luna, guida e speranza dell’essere umano. No, questa volta l’oscurità sarà totale.
Totale come un’Eclissi.
Buio.
Solo buio a inondare l’animo umano e il mondo che lo circonda.
Una speranza di redenzione verso la fine?
Non vi resta che seguirmi in questo tetro percorso nei sotterranei degli animi umani per scoprirlo…

Godetevela.

Ps. Un consiglio? Ascoltate qualcosa di classico mentre la leggete. Io opterei per il Lacrimosa di Mozart, poi va a gusti ovviamente!

Ombra di tenebra

“Un’ombra.
Un’ombra scura s’allunga,
s’avvicina,
mi sfiora.
Mi guarda dritto negl’occhi,
mi fissa.
Mi fissa con occhi incandescenti;
Occhi color tenebra,
occhi purpurei.
Occhi color del sangue.

Colore della vita e colore della morte
si mischiano, si uniscono, si fondono.
L’una non può esistere se non v’è l’altra,
l’una non può creare se l’altra non distrugge.
L’altra non può distruggere se la prima non crea.

Una falce tesa brilla al raggio dell’astro notturno,
Un riflesso perlaceo nel buio della notte,
nelle tenebre dell’ombra
venuta a portar via con sé
la mia anima,
verso un nuovo mondo.
Un mondo di tenebra e oscurità
dove i raggi del sole non potranno più
bruciarmi la pelle.
Il mio viso s’alzerà verso l’oscurità
e la respirerà.

Niente sofferenze, né malattie.
Né carestia o pena.
Né dolore.
Né gioia, amore o passione.
Solo tenebra, brezza d’oscurità ed effimera bellezza.
La bellezza del buio.

Prendi la mia mano, ombra di tenebra,
e portami con te verso il mondo dell’oscurità.
Viaggeremo sul letto del nero fiume insieme,
mano nella mano,
e la morte non sarà così dolorosa quanto lo è stata la vita.
Prendimi..”

Read Full Post »

Eccoci all’ultima canzone degli H.I.M che vi posterò questa notte. “Join me in death”. Raggiungimi-unisciti a me nella morte. Questo testo è sicuramente mooolto goth! :)

A parte gli scherzi, testo magnifico. Davvero. La seconda strofa la usai anche come incipit della mia tesina (una tesina sul movimento gotico odierno). Un successone! Ahahah :)

E’ un testo dalla tipica sensibilità goth, con l’esplicito richiamo Eros-Thanatos, Amore e Morte, un connubio così presente se non fondamentale nella cultura gotica, anzi mi correggo: nella sensibiltà gotica. Perchè essere goth non vuol dire vestirsi di nero e truccarsi pesantemente. Il gotico è uno stile di vita che parte da dentro. Dall’anima, dalla nostra sensibilità. Dagli occhi del nostro cuore. I goth vedono le cose in modo diverso, con occhi diversi perchè usano gli occhi del cuore, dell’anima e quindi il tutto è amplificato dalle emozioni che vengono assaporate in quel momento. Non pensiate ai goth come a persone depresse che nell’armadio hanno solo indumenti neri! Pensate a loro come artisti incompresi, un pò alla “poeta meladetto”, alla Baudelaire. Sono sensibili a ciò che gli altri nemmeno vedono. Sono inclini all’aspetto emozionale, metafisico se vogliamo azzardare, delle cose. Sono pieni di vita, speranze e sogni, come tutti. Amano e soffrono come tutti. Sono solo sensibili a tematiche profonde che alcuni vedono solo in chiave negativa, sarà per paura, sarà per protezione, sarà per un velo sugli occhi chiamato ragione.. loro non riescono a vedere ciò che vedono i goth, così etichettano come diversi, come spazzatura delle persone che non riescono a comprendere. Ma se fossimo tutti uguali.. che noia sarebbe, ragazzi?! Bisogna essere più aperti, imparare dal vecchio e dal nuovo, imparare dal passato per non sbagliare nel futuro, essere aperti alle novità, confrontarsi.. imparare, imparare e ancora imparare! Bisogna vivere imparando. Conoscere. Conoscere ragazzi. :)

Bene, vi parlerò del mondo goth in un’altra sede (vale a dire in un altro post :D), anche perchè è un argomento che mi sta davvero a cuore. Sarà che mi sento goth dentro.. ;)

Ora godetevi questa bellissima canzone e ascoltate bene le parole.. Riflettere, Ciòvani! :D

 

Join me in death

“Baby join me in death
Baby join me in death
Baby join me in death

We are so young
our lives have just begun
but already we’re considering
escape from this world

and we’ve waited for so long
for this moment to come
was so anxious to be together
together in death

Won’t you die tonight for love
Baby join me in death
Won’t you die
Baby join me in death
Won’t you die tonight for love
Baby join me in death

This world is a cruel place
and we’re here only to lose
so before live tears us apart let
death bless me with you

Won’t you die tonight for love
Baby join me in death
Won’t you die
Baby join me in death
Won’t you die tonight for love
Baby join me in death

this life ain’t worth living
this life ain’t worth living
this life ain’t worth living
this life ain’t worth living

Won’t you die tonight for love
Baby join me in death
Won’t you die
Baby join me in death
Won’t you die tonight for love
Baby join me in death

Baby join me in death..”

Vi posto anche la traduzione, perchè voglio davvero che capiate bene questo testo. Rifletteci su, dopo averlo letto. :)

Unisciti a me nella morte

“Piccola unisciti a me nella morte 
Piccola unisciti a me nella morte 
Piccola unisciti a me nella morte

Noi siamo così giovani.
La nostra vita è appena cominciata,
ma già abbiamo considerato di scappare da questo mondo…

Abbiamo aspettato così a lungo
che arrivasse questo momento,
eravamo così ansiosi di essere insieme,
insieme nella morte

Moriresti questa notte per amore?
Piccola unisciti a me nella morte
Moriresti…
Piccola unisciti a me nella morte
Moriresti questa notte per amore?
Piccola unisciti a me nella morte

Questo mondo è un posto così crudele,
siamo qui solo per perdere
Così prima che la vita ci separi
Lascia che la morte mi consacri con te

Moriresti questa notte per amore?
Piccola unisciti a me nella morte
Moriresti…
Piccola unisciti a me nella morte
Moriresti questa notte per amore?
Piccola unisciti a me nella morte

Non vale la pena vivere questa vita 
Non vale la pena vivere questa vita
Non vale la pena vivere questa vita

Moriresti questa notte per amore?
Piccola unisciti a me nella morte
Moriresti…
Piccola unisciti a me nella morte
Moriresti questa notte per amore?
Piccola unisciti a me nella morte

Piccola unisciti a me nella morte “

Read Full Post »

Sempre in tema musica, Finlandia e gothic..
Vi posto il video “The Sacrament” degli H.I.M. :)
E’ una canzone magnifica. Un bel testo, una bella voce e una splendida melodia.

Ascolto molto spesso la musica di questo gruppo. La voce di Ville Valo è stupenda, così bassa e sensuale.. così calda ma allo stesso fredda come il ghiaccio..

Questa è una delle mie preferite in assoluto assieme a “Join me in death” (che vi posterò dopo ^^) perchè ha quell’influenza classico-sinfonica che adoro..

Se chiudo gli occhi mi sembra quasi di staccarmi da terra e volare verso un posto nuovo, diverso.. Un luogo fresco e puro. Un luogo buio e tenebroso, ma non spaventoso o terrificante. No. Un luogo pacifico e sereno. Sono davvero splendide le emozioni che la musica ci dona. Non potrei mai vivere senza la musica..

La musica.. mi vive. Mi accompagna in ogni momento della giornata. Quando mi vesto, mi trucco o mi faccio la doccia. Quando salgo in macchina, vado al lavoro o studio. Quando scrivo, quando leggo, quando disegno e quando dipingo. Quando sono in palestra o al supermercato. Quando sono in metropolitana o a piedi. Quando faccio le pulizie. Quando sono triste. Quando sono felice. Quando sogno e quando immagino. Sempre.

Non credo si potrebbe vivere senza musica, senza quella melodia che tocca le corde della nostra anima.. No, no. Altro che Nutella! Che mondo sarebbe senza musica! :D

Bene, basta riflessioni filosofiche in merito alla musica, ascoltiamo!

Ecco qui video e testo.

Godetevela ragazzi.

 

 

The sacrament

“I hear you breathe so far from me
I feel your touch so close and real
And I know
My church is not of silver and gold,
It’s glory lies beyond judgement of souls
The commandments are of consolation oh

You know our sacred dream won’t fail
The sanctuary tender and so frail
The sacrament of love
The sacrament of warmth is true
The sacrament is you

I hear you weep so far from me
I taste your tears like you’re next to me
And I know
That our prayers are not enough to give
Oh the ancient runes so deep and so dear
The revelation is our patron fear

You know our sacred dream won’t fail
The sanctuary tender and so frail
The sacrament of love
The sacrament of warmth is true
The sacrament is you

The sacrament is you
The sacrament is you
The sacrament is you
The sacrament is you

You know our sacred dream won’t fail
The sanctuary tender and so frail
The sacrament of love
The sacrament of warmth is true
The sacrament is you

You know our sacred dream won’t fail
The sanctuary tender and so frail
The sacrament of love
The sacrament of warmth is true
The sacrament is you..”

Read Full Post »

Buona sera anime notturne!

Eccoci qui. Un’altra notte. Un’altra melodia. Un’altra emozione.

Vorrei iniziare la serata postandovi una splendida canzone degli Apocalyotica: “Bittersweet”.,

Dunque, chi sono gli Apocalyptica?

Gli Apocalyptica sono un gruppo musicale symphonic metal finlandese di violoncellisti di formazione classica, specializzato nel repertorio heavy metal. La formazione attuale è composta da tre musicisti, Eicca Toppinen, Paavo Lötjönen e Perttu Kivilaakso, tutti laureatisi presso l’Accademia Sibelius di Helsinki.

Formazione classica, influenze sinfoniche che sfociano in melodie malinconiche e delicate, in ballate struggenti, in cover da brividi. Ador questo gruppo. Una delle loro migliori cover è sicuramente “Nothing else matters” dei Metallica. Ma come dimenticare “The Unforguven”? Oppure Lux Aeterna (soundtrack del film “Requiem for a dream”)? O ancora Toxicity, dei System of a Down?

Il brano che vi proporrò questa notte è però una collaborazione. Una collaborazione con i frontman di due band molto famose e davvero incredibili: Ville Valo degli H.I.M. e Lauri Ylönen dei The Rasmus.

Ok,ok.. adorando gli H.I.M io sono un pò di parte… ma volete dirmi che Ville non ha una voce fantastica? Che non è un figo? Ma soprattutto.. che la musica della sua band non è grandios? Eh eh eh.. ;)

Bittersweet è una canzone a mio dire particolare: secondo il mio umile parere, questa melodia incarna completamente l’idea del “gotico”. Lo stile, la forma. La musica si diffonde come il dsangue che scorre che nelle vene. Pulsa. Batte in modo così profondo.. E’ una canzone che va dritta all’anima, racchiudendo la vera essenza del gotico. Il ritmo, la melodia, gli strumenti utilizzati.. tuto. E’ tutto perfetto. Chiudo gli occhi e viaggio.. Viaggiate con me..

 

(Official video)

 

(Full lenght with lyrics)

Ho postato due versioni.
La prima è quella del video ufficiale che dura poco più di tre minuti e mezzo e tralascia una parte completamente strumentale a mio dire STUPENDA. Per questo motivo vi ho postato un altro video, contenente il testo (ve lo riscreverò comunque qui sotto). Una seconda versione che, durando 4.26 minuti, esegue tutta la canzone, compresa la parte puramente strumentale.

Eccovi il testo :)

Bittersweet

“I’m giving up the ghost of love
And the shadows cast on devotion

She is the one that I adore
Queen of my silent suffocation

Break this bittersweet spell on me
Lost in the arms of destiny

[Bittersweet]
I won’t give up
I’m possessed by her

I’m bearing a cross
She’s turned to my curse

Break this bittersweet spell on me
Lost in the arms of destiny

Bittersweet
I want you
[Oh,I wanted you]
And I need you
[Oh,I needed you]

Break this bittersweet spell on me
Lost in the arms of destiny
Break this bittersweet spell on me
Lost in the arms of destiny

Bittersweet..”

Read Full Post »